Storia di Cheliax

Cheliax in origine era una delle province occidentali dell’Impero di Taldor. Fondata nel 3007 AR (Absalom Reckoning). Più di mille anni dopo, esattamente due anni dopo l’invasione del Taldor meridionale da parte delle armate di Qadira, il Re Aspex the Even Tongued, dichiarò l’indipendenza della provincia. Correva l’anno 4081 AR.

Così, mentre Taldor combatteva quella che sarebbe stata una guerra di 500 anni contro Qadira, Aspex riuscì ad annettere le province di Galt e Isger, anch’esse parte dell’Impero di Taldor.

L’espansione di Cheliax continuò negli anni successivi. Nel 4305 AR, sotto la guida di Re Haliad, venne consolidato il controllo su alcune terre del Nord, inclusi Nidal, Varisia e Belkzen. La guerra, finita nel 4410 AR, consentì a Cheliax di diventare una delle nazioni più potenti di tutto l’Avistan (il continente settentrionale che assieme a Garund forma la cosiddetta Regione del Mare Interno), fondare la colonia di Korvosa in territorio varisiano.

Nello periodo successivo si diede vita a tutte quelle strutture politiche, militari e di potere che caratterizzano la moderna Cheliax. Il primo Ordine Hellknight, ad esempio, venne fondato nel 4576 AR nella capitale del nuovo Impero, Westcrown. Nel 4605 AR Re Gaspodar iniziò i preparativi per accogliere il Dio Aroden, che sarebbe dovuto ritornare su Golarion così come ampiamente profetizzato, dando vita a quella che i saggi chiamavano l’Era della Gloria.

Tuttavia, come sappiamo, le cose sono andate in modo diverso. Aroden morì nel 4606 AR e con lui la stessa anima di Cheliax, che si ritrovò priva del proprio mandato divino. Il potere politico dell’Impero cominciò a vacillare. Seguirono 30 anni di guerra civile, che durò fino a quando la Regina Abrogail I, conosciuta anche come Maestà Infernale di Cheliax, riuscì nel 4640 AR a impossessarsi del trono grazie a pericolose alleanze. Abrogail, infatti, inserì nelle sue armate diavoli provenienti dai Nove Inferi con cui si era alleata. Poche furono le persone che approvarono questa scelta, che tuttavia consentì a Cheliax di tornare alla pace e diede al nuovo Impero il volto severo e cupo che conserva tutt’oggi.

Subito dopo aver preso il controllo del paese, la casata di Thrune – di cui Abrogail I faceva parte – spostò la capitale a Egorian, chiedendo immediata e incondizionata obbedienza a tutte le compagini del paese e reprimendo ogni minimo dissenso grazie a un massiccio uso degli Hellknight. Sempre nello stesso periodo, si diede inizio al reclutamento e alla formazione di una potente polizia segreta, comunemente conosciuta con il nome di Inquisitori, che da quel momento ha iniziato a indagare su ogni soggetto ritenuto pericoloso o semplicemente sospetto.

I problemi non finirono del tutto. La rivolta del Molthune e la fondazione di Nirmathas finì per isolare geograficamente Korvosa dalla madrepatria di Cheliax. Nidal divenne un prezioso alleato del nuovo Impero dei diavoli. L’opinione pubblica dimostrò la propria avversione al malefico patto stretto dalla Casa Thrune con i diavoli. Galt e Andoran si ribellarono dal giogo imperiale. Alcune colonie e stati vassalli chiesero con maggiore insistenza l’indipendenza da quella che percepivano sempre di più come un’aberrazione religiosa e politica.

Storia di Cheliax

Karnak Reborn Kyras